Articolo Evento di presentazione della rete Microtronic

Evento di presentazione della rete Microtronic

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
20/06/2016
9:15 - 12:00

Luogo
Aula A, Dipartimento di Fisica “Michelangelo Merlin”, Campus Universitario, Via Orabona, 4, Bari


Lunedì 20 giugno presso il Campus Universitario di Bari si tiene l’evento di presentazione della rete Microtronic, che si occupa di microlavorazioni laser e sensoristica di processo per la produzione di componenti meccatronici.

Si tratta di una delle 30 reti finanziate dal progetto Reti di Laboratori Pubblici di Ricerca, realizzato da Regione Puglia e ARTI con l’obiettivo del potenziamento infrastrutturale dei laboratori e dei centri di ricerca pubblici pugliesi che possono essere considerati punti di riferimento per la diffusione dell’innovazione tecnologica e lo sviluppo di nuovi settori hi-tech in Puglia.

All’evento intervengono, tra gli altri, Domenico Laforgia, Direttore del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia e Stefano Marastoni, responsabile dell’area politiche per il trasferimento tecnologico di ARTI Puglia. Introduce l’iniziativa e presenta Microtonic il coordinatore scientifico della rete, Pietro Mario Lugarà del Dipartimento Interateneo di Fisica.

Della rete fanno parte, oltre al Dipartimento Interateneo di Fisica di Università e Politecnico di Bari, il Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management del Politecnico di Bari e l’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR.

La rete Microtronic, che riunisce laboratori e studiosi specializzati nei settori delle microlavorazioni con laser ad impulsi ultrabrevi, si presenta in un workshop pubblico per “mettere in rete” il suo patrimonio di conoscenza e strumentazioni avanzate. L’obiettivo è promuovere lo sviluppo di queste nuove tecnologie di produzione tra le imprese della meccanica di precisione e della meccatronica, in cui è sempre maggiore la richiesta di dispositivi e componenti di piccole dimensioni (da poche decine di nanometri a pochi millimetri), di peso ridotto, di forma complessa e con qualità superficiale e precisione elevata.