Pagina Pubblicazioni - Apulian Innovation Overview

Pubblicazioni

I dati bibliometrici sono utilizzati come misura di capitale intellettuale, misurando ad esempio la prestazione scientifica di ricercatori accademici.

Di seguito vengono elencati gli indicatori contenuti nella dimensione Pubblicazioni.

Copertura delle pubblicazioni scientifiche Scopus a livello mondiale

Il livello di copertura di ogni Area C.U.N. è dato dal rapporto tra il numero dei campi Scopus in cui le Università della Regione (Politecnico di Bari, Università di Bari, Università di Foggia, Università del Salento) presentano una produzione scientifica rilevante e il numero totale dei campi Scopus a livello mondiale.

Le Aree C.U.N. raggruppano una serie di Settori Scientifico Disciplinari. Scopus è un collettore di articoli scientifici. I dati utilizzati per l’analisi sono stati estrapolati dal database Global Research Benchmarking System (GRBS).

Periodo di riferimento 2007-2010.

Indici di specializzazione pubblicazioni

Gli indici di specializzazione permettono di rappresentare, in forma sintetica e puntuale, la concentrazione regionale di un fenomeno confrontando il relativo dato settoriale di una regione con quello nazionale.

Nello specifico, gli indici di specializzazione sono stati calcolati come quota di pubblicazioni pugliesi di un settore su totale pubblicazioni pugliesi rapportata alla corrispodente quota a livello nazionale.

Se l’indice di specializzazione è maggiore di 1, la Regione è specializzata nel relativo settore.

Periodo di riferimento 1990-2011.

Pubblicazioni per classificazione Scopus

Viene fornita la ripartizione delle pubblicazioni scientifiche pugliesi per campo Scopus.

Scopus è un collettore di articoli scientifici disponibili (copertura: 18.500 riviste per un totale di circa 47 milioni di articoli): offre la possibilità di riclassificare gli articoli secondo criteri molto dettagliati.

Periodo di riferimento 1990-2015.

Pubblicazioni top 25% per KET

Pubblicazioni delle strutture partecipanti al percorso di mappatura KET.

Risultati dell’esercizio di normalizzazione per cui, per ciascuna KET, le pubblicazioni a questa attribuite dalle strutture partecipanti sono state ordinate per Impact Factor crescente. Data questa distribuzione, sono stati poi calcolati i quartili, i quali ripartiscono ciascuna distribuzione ordinata in quattro parti di uguale numerosità. Gli indici di posizione così calcolati permettono di calcolare intervalli di Impact Factor differenziati relativi a ciascuna KET. In particolare, l’estremo inferiore dell’ultimo intervallo (4° quartile), calcolato per ciascuna KET, permette di identificare un valore soglia al di sopra del quale individuare le pubblicazioni top 25%.

Riferimento temporale 2010-2013.