Articolo Selezione pubblica per l’affidamento dell’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Selezione pubblica per l’affidamento dell’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

L’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.) comprende le attività ed i compiti di cui all’art. 33 del D.Lgs. 81/2008 e ss.mm., nonché l’assistenza e la consulenza al datore di lavoro in materia di sicurezza ed igiene sul lavoro, così come di seguito specificato:

a) individuazione dei fattori di rischio (compresi quelli stress lavoro-correlati), valutazione dei rischi, individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, inerente al settore di appartenenza (modulo B codice ATECO 8);

b) aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (compresi quelli stress lavoro-correlati);

c) aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi da Interferenze di cui all’art. 26 comma 3 ter del citato D.Lgs.;

d) predisposizione e/o aggiornamento dei Piani per la gestione dell’emergenza incendio e gestione eventi pericolosi e dei Piani di evacuazione;

e) predisposizione e/o aggiornamento dei programmi di informazione e formazione dei lavoratori;

f) assistenza sulle informazioni ai lavoratori di cui all’art. 36 del citato D.Lgs.;

g) partecipazione alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’art. 35 del citato D.Lgs.;

h) assistenza nella effettuazione delle prove di evacuazione e nell’elaborazione della relativa modulistica;

i) assistenza per l’individuazione e nomina di tutte le figure sensibili previste dalla normativa vigente e nella organizzazione delle Squadre di Emergenza (Addetti Antincendio e Addetti al Primo Soccorso);

j) assistenza per l’istituzione e/o tenuta dei registri previsti dalla normativa;

k) consulenza tecnica per eventuali disservizi e/o problematiche manifestatesi presso le strutture dell’Ente;

l) consulenza per la posa in opera di segnaletica, presidi sanitari, presidi antincendio ed altri se necessari;

m) disponibilità per qualsiasi necessità urgente in materia, in particolare in occasione di eventuali procedimenti attinenti attività posta in essere da Organismi di vigilanza e controllo sulle materie di igiene e sicurezza sul lavoro (ad es. Ispettorato del Lavoro, Vigili del Fuoco, INAIL, ASL ecc.);

n) collaborazione, ove richiesto, con tecnici e responsabili di cantiere e dei lavori, in materia di predisposizione, attuazione e verifica delle disposizioni per la sicurezza dei lavoratori, in caso di esecuzione di opere di ammodernamento, adeguamento e ampliamento della sede di lavoro;

o) supporto per la corretta conservazione e catalogazione di tutta la documentazione relativa;

p) elaborazione e/o aggiornamento delle planimetrie relative alla gestione delle emergenze;

q) aggiornamento permanente sulle nuove prescrizioni di legge applicabili;

r) assolvimento di ogni altro adempimento obbligatorio previsto dalla normativa vigente;

s) esecuzione dell’attività formativa generale e specifica ai lavoratori dell’ARTI.

L’R.S.P.P. dovrà operare, ferma restando la piena autonomia tecnico-organizzativa e senza alcun vincolo di subordinazione, in piena sinergia con il datore di lavoro nonché con i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.) e con il medico competente (M.C.).

Il personale dipendente, ricadente nel campo d’applicazione del D.Lgs. 81/2008 e ss.mm., alla data di pubblicazione del presente avviso, è di n. 30 unità totali di cui 10 dipendenti e n. 20 unità di lavoratori che a vario titolo prestano la loro attività presso la sede dell’Agenzia.

Documentazione allegata